+39.02.57300000 |segreteria@confservizilombardia.it

Rinnovata la convenzione DPC. Il 7 novembre 2018 si è concluso il lungo ed articolato confronto tra la Regione e le Organizzazioni Sindacali rappresentative delle farmacie pubbliche e private sui contenuti tecnici ed economici della distribuzione dei farmaci PHT per conto delle ATS.

Un percorso che ha portato Regione Lombardia, Confservizi Lombardia/Assofarm e Federfarma Lombardia a sottoscrivere la nuova convenzione  di cui riportiamo le principali novità:

  • dal 1° dicembre 2018, come già previsto nel resto d’Italia le remunerazioni per la distribuzione di farmaci DPC passano dalle attuali 4 fasce ad un unico importo: farmacie non disagiate: €. 7,00 + IVA a confezione, di cui €. 1,35 da retrocedere alla Distribuzione Intermedia;
  • farmacie disagiate: €. 9,00 + IVA a confezione, di cui €. 1,35 da retrocedere alla Distribuzione Intermedia;
  • per i farmaci ex-Osp 2 resta invariata la remunerazione, uguale per tutte le farmacie, di €. 6,00 + IVA a confezione, di cui €. 1,35 da retrocedere alla Distribuzione Intermedia;
  • innalzamento del tetto di fatturato SSN utile per determinare se una farmacia è disagiata, passando da €. 387.342,67 ad €. 450.000,00;
  • allungamento della durata dell’accordo da 3 a 5 anni;
  • è stata espressa per la prima volta una chiara volontà della Regione di far erogare alle farmacie anche il primo ciclo di terapia, che oggi normalmente viene erogato direttamente dalle ASST;
  • la lista dei farmaci distribuiti in DPC rimane invariata fino all’entrata in funzione della modalità di “cessione di contratto”, comunque almeno fino al 30 giugno 2019;
  • viene nuovamente rimarcato il ruolo e l’importanza delle farmacie nell’ambito del progetto regionale di presa in carico dei pazienti cronici;
  • sottoscrizione entro tre mesi di un accordo regionale per le attività remunerate di screening del colon retto;
  • rinnovo entro un mese dell’accordo per l’erogazione dei presidi ai pazienti diabetici;
  • sottoscrizione entro tre mesi di un accordo regionale per la distribuzione remunerata dei vaccini ai MMG e PLS;
  • è stato previsto un impegno a valutare modelli uniformi per l’erogazione di alimenti a pazienti nefropatici ai sensi dei nuovi LEA;
  • entro tre mesi verranno tariffati i servizi erogabili dalle farmacie nell’ambito della farmacia dei servizi, e nel modello lombardo di presa in carico dei pazienti cronici.

Come risulta evidente, il punto sostanziale del nuovo accordo è senza dubbio il superamento del criterio fondato sulla differenziazione della remunerazione in forza del costo del farmaco in allineamento peraltro a quanto in uso nelle altre regioni.

Con il rinnovo della convenzione sono state introdotte anche diverse novità per quanto riguarda le procedure di spedizione e controllo delle ricette di farmaci in Distribuzione Per Conto da parte delle farmacie, tutte evidenziate nell’allegato B alla Convenzione stessa.

CONVENZIONE dgr 796_2018_dpc
DGR 796_2018_dpc

 

 

 

Previous PostNext Post